Archive

Mac OS X

Dopo qualche giorno con questo nuovo MacBookPro (i7 QC 2 GHz, 8 GB RAM) sono arrivato ad alcune conclusioni:

  • L’hardware è molto bello, anche se costoso.
  • Su questa macchina Windows 7 è estremamente performante (più di Mac OSX in molte attività)
  • La GUI di Mac OSX è abbastanza deludente (mentre la “parte UNIX” sembra proprio ben fatta)
  • Ci sono delle caratteristiche nel sistema operativo che veramente lasciano perplessi (e delusi)
  • In generale, però, Mac OSX mi piace
  • Parallel Desktop 6 è un bel prodotto
  • Su questi argomenti ci tornerò ma intanto voglio riportare un’altra mia impressione. Avendo un Mac ho cominciato a frequentare qualche sito a lui dedicato (e anche a leggere qualche commento su forum e notizie). Il pubblico Mac è molto dedito (come un certo pubblico Linux) e spesso denigra il concorrente ovvero Windows. Però la mia impressione è che parlino di vecchie versioni di Windows e che la maggior parte (giornalisti compresi) non conosca esattamente cosa è Windows oggi. Sembra siano rimasti un po’ indietro. Il che suffraga la mia vecchia ipotesi riportata anni fa (il tempo passa) su questo blog: Windows è il sistema operativo più diffuso ma anche quello meno conosciuto.

    Advertisements

    Ebbene sì! Ho comprato un nuovo Mac! Ci servirà per sviluppare delle applicazioni su iPad. Prima che pensiate che io abbia cambiato bandiera, vi rammento che, come azienda, non lavoriamo solo su Microsoft e preciso anche che stiamo sviluppando alcune di queste applicazioni su tablet PC multitouch con Windows 7.

    Tornando al Mac, ho installato xCode e ho cominciato a vedere anche come si sviluppa su OSX. Dopo pochi minuti avevo una sensazione forte di deja-vu… all’inizio pensavo fosse legata alla mia lunga esperienza in Smalltalk ma dopo un po’ mi sono reso conto da dove arrivava: da alcuni esperimenti fatti con NextStep e il suo Interface Builder molti anni fa! Devo dire che la cosa mi è piaciuta… e devo aggiungere che anche OSX mi piace e che lavorarci sopra è divertente ma… Windows 7 (o meglio .NET) è assai meglio. Sicuramente il fascino di OSX sta nella coerenza mentre Windows, per questioni di compatibilità con il passato, soffre un po’ sotto questo aspetto.

    Comunque OSX sarà anche il sistema operativo più avanzato al mondo (parole di Apple)ma sinceramente alcune delle sue API sono vecchie! Quando NextStep è uscito era sicuramente un oggetto incredibilmente avanzato ma ora mi sembra che dimostri tutta la sua età. Ad esempio le API e i controlli/widget per lavorare con la GUI sono interessanti ma datate. Su .NET si può lavorare con WPF che permette di ottenere risultati migliori con uno sforzo nettamente minore. E anche gli strumenti di sviluppo sono all’altezza di tale ambiente: VisualStudio 2010 e Blend 4 ti fanno lavorare assai meglio e in minor tempo.

    Bah… magari cambierò idea più avanti.

    Una delle cose più belle di Vista è il fatto che Microsoft ha praticamente costretto i produttori a mettere nei PC delle schede video decenti con il supporto DirectX. Questo abilita e migliora una serie di funzionalità tra cui WDDM e WPF.

    Questo è uno dei fattori che sta facendo fare un salto di qualità all’esperienza dell’utente (tralasciando i driver bacati, ovviamente). E’, secondo me, anche uno dei fattori determinanti che mettono sullo stesso piano Windows 7 e Mac OSX.

    Ora si apprende che IE9, come Silverlight, userà l’hardware grafico per accelerare il rendering. Che altro dire se non che è una buona cosa!

    Leggendo qua è là su varie riviste on line (italiche ed estere) ho notato che sta aumentando l’animosità tra le tifoserie Windows e MacOSX. Ma questo non solo nei forum ma anche tra gli articolisti. Sembra quasi che i tifosi Windows si siano improvvisamente resi conto che 7 può reggere il confronto con MacOSX e siano diventati spavaldi. E non risparmiano i colpi ai tifosi MacOSX.

    Sono proprio curioso di vedere cosa proporrà il mercato per Natale e quale sarà il risultato.

    Ho letto su un paio di siti (tra cui Infoworld) che il nuovo Mac OS X “Snow Leopard” include il supporto nativo per Exchange. E questo mi torna.

    Ho anche letto su questi siti che non serve acquistare alcuna licenza Microsoft per usarlo. Ma questo non mi torna.

    Mi spiego meglio: Exchange richiede una licenza per utente di posta indipendentemente dal client utilizzato. Che si usi Outlook 2010 o Thunderbird o Lotus Notes o un telefono Nokia, per l’accesso alla casella la licenza deve essere acquistata.  Mi sembra molto strano che questo non debba essere fatto se uso un Mac.