AVG Free rallenta IE8 su Windows 7

Ho installato una versione di Vista su un vecchio portatile HP Pavilion zv5000 che usiamo in casa. Questo portatile non è certo stellare visto che ha uno schermo 1200×800, 1 GB di RAM, un disco (sostituito) da 80 GB a 5400 giri/min e un vecchio processore AMD a 32 bit.

Windows 7 si è installato senza alcun problema ma non ha riconosciuto la scheda video (una vecchia GeForce con 32 M di RAM). Ho quindi provato con successo ad installare i vecchi driver per XP e ora il sistema è perfettamente funzionante (riproduzione di DVD compresa). Windows 7 ha anche riconosciuto il mouse wireless (Microsoft) e la webcam (Logitech).

Questa macchina è il mio riferimento per le configurazioni casalinghe. Per me è importante perchè il confine tra azienda e privato diventa sempre più sottile: verificare l’affidabilità di una soluzione sviluppata per l’azienda ma che si deve utilizzare anche in ambiti casalinghi è quindi fondamentale.

Visto che AVG Free è un antivirus spesso utilizzato da privati ogni tanto provo ad installarlo e ad usarlo per qualche giorno. Anche in questo caso non ha dato alcun problema a parte che ha reso lentissima l’operazione di apertura di pagine web in IE8. E questo è molto seccante.

Quando IE8 è lento spesso è dovuto a qualche add-on che si prende troppe libertà. Ho quindi analizzato la situazione secondo le indicazioni di questo articolo (dal blog di IE). E, guarda caso, ho trovato che l’add-on AVG Safe Search si prendeva troppo tempo.  E’ interessante notare che in fase di installazione ho detto che non volevo questa funzionalità. Evidentemente l’installatore la disabilita ma installa lo stesso i vari hook.

Tempi di risposta lunghi li ottengo anche con la Live Toolbar (ma questa la disabilito per partito preso – la tengo installata se per caso devo fare delle prove).

Comunque, una volta disabilitati questi add-on, ho ottenuto dei tempi di risposta normali. Sembra quindi che questi non siano scritti benissimo per sistemi vecchi e lenti.

Capture

Questa disabilitazione vale per singolo utente. Quindi istruirò gli altri 2 utenti della macchina (i figli) ad effettuare questa operazione: è bene che imparino.

In generale caricare il browser con (tanti) add-on non è una bellissima idea. Purtroppo all’utente normale spesso capita di caricarli in modo inconsapevole (Google “Gramigna” Toolbar è uno dei più comuni) mettendo a rischio integrità del sistema e, talvolta, anche la privacy. A livello aziendale con un paio di policy ben calibrate si può controllare il fenomeno ma a livello casalingo l’unica opzione possibile è diffondere conoscenza in modo che l’utente sia il più possibile consapevole di ciò che fa.

Quanto all’antivirus più avanti vedrò di provare la beta del Norton, altra soluzione diffusissima tra i privati.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: