Chiavette USB e centri commerciali

Un mio amico è andato in un centro commerciale per comprare una chiavetta di memoria USB. Ha chiesto una chiavetta ultima generazione in grado di funzionare con Vista senza problemi. Il venditore gli ha proposto un modello della SanDisk che implementa le funzionalità U3 e di crittografia (non necessarie e non richieste). Peccato che questo software non vada su Vista! In pratica la chiavetta era inutilizzabile. Di formattarla non si parlava visto che il software faceva vedere al sistema una parte della memoria come un CD-ROM.

Tralasciando ogni considerazione sulla preparazione del personale del centro commerciale (che rivende anche Vista), è interessante notare che l’amico non è né sprovveduto né stupido, ha una attività professionale fiorente con diversi dipendenti e un elevato livello culturale. Ma non è un informatico e come tale non sapeva che fare. Come al solito si è rivolto al sottoscritto che, dopo un po’ di ricerche, ha trovato il software di rimozione delle funzionalità rompiscatole in modo di poter utilizzare la chiavetta normalmente. Le informazioni sul sito del produttore non erano per nulla chiare ma Live Search ha trovato un paio di link che hanno portato alla rapida soluzione del problema.

E’ nato un dibattito sul fatto che, riguardo i computer, non è possibile essere certi di nulla e che, sembra assurdo, anche per comprare una chiavetta USB occorre rivolgersi all’esperto. In linea di massima sono abbastanza d’accordo ma riguardo a questo non è che si possa fare molto dal punto di vista tecnico visto che, per dirla come Alan Kay,  viviamo in una epoca di informatica pop. La sovrabbondanza di scelte può produrre questi effetti soprattutto in un momento di cambiamento come questo passaggio da XP a Vista (vi ricordate gli strali contro XP?). Per minimizzare il problema basterebbe che i negozianti fossero opportunamente preparati. Peccato che questo sia difficile visto che l’interesse sulla qualità della vendita è praticamente inesistente. La incredibile quantità di stupidaggini che si sentono su Vista può essere ricondotta nella quasi totalità a questo aspetto.  Ma se è vero che molti negozianti non sono preparati è anche vero che molti acquirenti valutano solo il prezzo al momento dell’acquisto e non sono disposti a pagare quel qualcosa in più che servirebbe ad aumentare la qualità della vendita.

L’unica possibilità che rimane quella di rivolgersi all’amico… ma che sia preparato e sperando che non vi mandi a quel paese!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: