Search, search, search everywhere

Vista introduce una serie di nuovi meccanismi di interazione. Il più evidente è la ricerca integrata istantanea. Questo aspetto è veramente pervasivo: non si tratta di avere un banale indicizzatore nel sistema con cui fare le ricerche (per questo basterebbero le soluzioni di desktop search di Google o di Microsoft).

Per evidenziare la mia idea vi indico alcuni esempi.

Se cliccate sul pulsante Start ottenete un campo dove potete digitare una stringa. Questa stringa può essere un testo contenuto nel nome di un file, nel file stesso, in un messaggio di posta elettronica o in un biglietto da visita. O può essere il nome di un eseguibile che volete lanciare. Se digitate Excel solitamente basta premere Invio per lanciarlo immediatamente (di solito si carica al massimo in 3-4 secondi – merito di SuperFetch).

Se aprite una cartella con 500 file all’interno e digitate qualcosa all’interno del campo di ricerca allora il contenuto della cartella viene filtrato in base a quel contenuto.

Ricerca di un file in una cartella

Media Player 11 ha un funzionamento analogo. Se digitate qualcosa nel campo di ricerca effettua in filtraggio dei contenuti contestualizzandolo in base al tipo di file o selezione attivi.

Ricerca in base all'autore in Media Player

Se aprite un Outlook 2007 potete digitare una stringa ed effettuare una ricerca all’interno del programma anche questa constestualizzata in base alle aree in cui vi trovate.

Ricerca in Outlook 2007

Il messaggio è chiaro: se volete conservare omogeneità con la GUI nei vostri programmi dovete inserire una ricerca contestuale istantanea dello stesso tipo. E’ una cosa su cui sto lavorando. Quello che sto cercando di ottenere è un pattern che permetta di integrare in modo omogeneo navigazione e ricerca contestuale all’interno delle entità gestite dal programma. Sto provando varie metafore su alcuni applicativi ma non è facile identificare quella più adatta.

Sul web questo problema è già stato risolto e, grazie a molte soluzioni di portale, anche in modo semplice e immediato. Una soluzione dovrà emergere anche per il desktop. Sicuramente molti ISV avranno già affrontato il problema e mi aspetto in futuro delle applicazioni con queste caratteristiche pienamente esplorate. Sarà interessante vedere come questo fenomeno influenzerà piattaforme alternative come LINUX o Eclipse RCP.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: