Migrazione

La migrazione delle vecchie configurazioni è sicuramente un aspetto importante che Microsoft ha indirizzato con una serie di tool dedicati. Lo stesso processo di setup di Vista è in grado di analizzare la situazione e migrare praticamente tutto. L’effetto pratico è che si prende un vecchio PC con XP, si inserisce il CD di Vista e dopo qualche ora (!) il sistema è aggiornato. L’unico consiglio che dò è di esaminare bene l’analisi del sistema effettuata inizialmente.

Queste funzionalità di setup ritengo siano importanti soprattutto per l’utente casalingo. Una azienda dovrebbe ricorrere ad altri meccanismi e, soprattutto, non dovrebbe avere niente di critico sul PC in modo da poterlo riformattare senza problema. In effetti questa è la situazione che noi abbiamo (salvo un paio di eccezioni). Attualmente installiamo XP utilizzando RIS e pacchetti tramite le Group Policy. Quindi le installazioni di Vista non hanno comportato particolari problemi di migrazione. In pratica per noi (e per i nostri clienti) una migrazione è come una installazione ex-novo.

In questi giorni sto cominciando a studiare e a progettare la nostra struttura di deployment definitiva lavorando con i nuovi tool di Microsoft (in beta). WAIK, Il nuovo sistema di creazione e gestione delle immagini e i nuovi Windows Deployment Services (WDS) sono molto validi.

Al rilascio oramai prossimo del sistema e con questi tool definitivi dovrei essere in grado di migrare in modo veramente rapido tutti i desktop necessari.

1 comment

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: